Gli acquisti riguardano praticamente ogni organizzazione. La sola spesa pubblica supererà presto i 2 miliardi di euro all’anno nell’UE. Tuttavia, i sistemi di gara attualmente favoriscono le aziende con le risorse per tracciare e completare grandi gare.

Sappiamo che gli acquirenti nelle PMI possono competere efficacemente con le loro controparti più grandi e offrire un buon rapporto qualità-prezzo, ma hanno bisogno di informazioni aggiuntive e strumenti migliori per elaborare queste informazioni e prendere decisioni.

I responsabili degli acquisti, che siano responsabili nei confronti dei contribuenti o dei consigli di amministrazione delle società, necessitano di nuovi strumenti decisionali in grado di affrontare le complessità delle moderne catene di approvvigionamento e transazioni commerciali, sfruttando al contempo la grande quantità di dati e le capacità di analisi avanzate disponibili. Il nostro progetto fornirà questi strumenti, oltre a consentire a tecnologie e dati di rendere gli approvvigionamenti in tutta l’UE più efficienti, competitivi, responsabili ed equi.

Svilupperemo una piattaforma tecnologica integrata, con dati, servizi di base, API aperte e strumenti online, che sarà validata in 3 casi aziendali in appalti pubblici / aziendali in Slovenia, Spagna e Italia.

L’impatto previsto è notevole, con un risparmio di 200 milioni di euro nella spesa pubblica dell’UE; Aumento del 25% del valore sbloccato da una migliore gestione degli appalti nel settore privato; e il 20% in più di PMI che fanno offerte per contratti.

Distribuiremo un portale online per gli acquirenti, forniremo le catene del valore dei dati, abilitando le tecnologie e le innovazioni indispensabili per questo cambiamento fondamentale.
Ciò includerà:

  • strumenti di analisi dello sviluppo del mercato che evidenziano le aree in cui la domanda supera i budget, aiutando gli acquirenti a gestire i costi;
  • trumenti di analisi delle gare d’appalto che consentiranno agli acquirenti di valutare le offerte per la loro relativa competitività prima della pubblicazione.

Svilupperemo una piattaforma tecnologica integrata, con dati, servizi di base, API aperte e strumenti online, che sarà validata in 3 casi aziendali in appalti pubblici / aziendali in Slovenia, Spagna e Italia. L’impatto previsto è notevole, con un risparmio di 200 milioni di euro nella spesa pubblica dell’UE; Aumento del 25% del valore sbloccato da una migliore gestione degli appalti nel settore privato; e il 20% in più di PMI che fanno offerte per contratti.

Nello specifico svilupperemo tecnologie e strumenti online che renderanno più facile agli acquirenti assegnare le attività al giusto fornitore.

  • Individuazione delle opportunità: esaminare le categorie, i settori e le dimensioni del contratto che rendono i progetti adatti alle piccole imprese. Oltre che esaminare le qualità del fornitore richieste per realizzare questi progetti.
  • Mitigazione dei rischi: identificazione dei livelli di resilienza e degli attributi che i fornitori devono mostrare per lavorare con successo.
  • Definire pratiche di approvvigionamento che coinvolgono le PMI: sviluppo di strumenti che forniscano dei early warning sui progetti imminenti che potrebbero essere completati dalle PMI. Utilizzo dei dati per identificare dove gli acquirenti utilizzano abitualmente strutture che ostacolano la concorrenza e impediscono alle PMI di fare offerte.
  • Gestione della catena di approvvigionamento: viluppo di strumenti che consentano alle PMI di dichiarare pubblicamente un interesse a subappaltare un progetto, inclusa la possibilità di presentare dettagli delle proprie capacità.
  • Analisi dei costi totali: sviluppo di algoritmi che consentono agli acquirenti di completare stime “a costo intero” per l’aggiudicazione di un contratto a un fornitore, comprese le probabili entrate fiscali da ottenere da un fornitore e l’impatto positivo che il fornitore può portare economicamente ad un acquirente.